Il metodo del Fertility Tracker

Descrizione in breve: Il metodo del Fertility Tracker è un metodo automatizzato basato sulla consapevolezza della fertilità (fertility awareness based method) accompagnato da un dispositivo integrato che combina un hardware (un sensore di temperatura corporea basale) e un software (un algoritmo di autoapprendimento).

Il metodo di monitoraggio della fertilità del Fertility Tracker (o FTM – Fertility Tracker Method) rientra nell’ambito dei metodi basati sulla consapevolezza della fertilità. Il FTM combina la logica dei metodi di consapevolezza della fertilità manuali esistenti, tra cui il Metodo del Calendario, il Metodo Calcolotermico e il Metodo Sintotermico, nel processo automatizzato del fertility tracker, utilizzando un algoritmo di autoapprendimento per calcolare i giorni fertili e infertili dell’utente. Questo processo evita le possibili interpretazioni errate causate da un errore dell’utente, che possono invece verificarsi con i metodi manuali (Pallon 2009; Barron 2005).

Il primo Fertility Tracker è stato sviluppato dal Dr. Hubertus Rechberg nel 1986. La sua azienda Valley Electronics continua a sviluppare e innovare i Fertility Tracker in tutto il mondo, compresi i Pearly, Lady-Comp e Daysy. 

Il Fertility Tracker traccia e documenta la temperatura corporea basale dell’utente, calcolando poi i giorni fertili e infertili utilizzando questi dati. Il Fertility Tracker memorizza automaticamente i dati e li valuta utilizzando un algoritmo intelligente di autoapprendimento.

Inoltre, l’algoritmo controlla continuamente i risultati dei propri calcoli rispetto ai dati raccolti in precedenza, imparando così a distinguere in maniera affidabile i giorni fertili da quelli non fertili. 

Tutto ciò che devi fare per seguire accuratamente il FTM è misurare regolarmente la tua temperatura corporea basale e inserire correttamente i giorni delle tue mestruazioni. Il Fertility Tracker si occupa di tutti i passi successivi e determina il tuo lo stato di fertilità. 

Il Metodo del Fertility Tracker si basa, in parte, sul Metodo Calcolotermico e consiste in una combinazione di tre elementi:

  1. La registrazione e l’apprendimento di nuovi dati (la temperatura basale giornaliera, l’inizio e la fine delle mestruazioni, i dati storici del ciclo raccolti precedentemente).
  2. La valutazione statisticamente significativa dell’aumento della temperatura post-ovulazione, con i dati attuali e storici del database, mediante un algoritmo adattato al ciclo femminile.
  3. L’eliminazione degli errori di input e di interpretazione umani grazie alla combinazione di hardware (il sensore) e software (l’algoritmo) in un unico dispositivo (il Fertility Tracker).

Il Fertility Tracker (hardware/sensore) 

Il Fertility Tracker utilizza un sensore molto preciso per la misurazione della temperatura corporea basale. Caratteristica unica a Daysy, questo sensore aspetta che il valore finale della temperatura si stabilizzi. Ecco perché il Fertility Tracker può impiegare fino a 60 secondi per registrare la tua temperatura: il sensore deve riscaldarsi fino a raggiungere il valore finale della temperatura. Mentre si sta riscaldando, si ottiene una curva che sale verso il valore finale della temperatura. Altri dispositivi di monitoraggio della temperatura corporea basale hanno una velocità di misurazione molto più veloce perché estrapolano la curva crescente per “indovinare” o approssimare il valore finale della temperatura. 

Il Fertility Tracker aspetta che il valore finale della temperatura si sia stabilizzato per ottenere un risultato affidabile. E se la temperatura scende improvvisamente (per esempio a causa della respirazione e quindi dell’aria fredda che entra in bocca durante la misurazione), il valore non viene preso finché non sale di nuovo e si stabilizza. Questo metodo assicura una misurazione della temperatura il più precisa possibile.

L’algoritmo di auto-apprendimento (software)

L’algoritmo utilizza il primo giorno delle mestruazioni come inizio di un nuovo ciclo. La temperatura corporea basale (TCB) viene misurata quotidianamente per stabilire la fase pre-ovulatoria fino a quando il valore attuale della temperatura è aumentato di una quantità caratteristica e predefinita. A causa della mancanza di dati sufficienti nei primi cicli di utilizzo del dispositivo, l’algoritmo assume che tutti i giorni (dopo le mestruazioni) fino all’ovulazione potrebbero essere fertili. Questo è il motivo per cui nei primi cicli avrai più giorni rossi (possibilmente fertili) (figura 2 A). 

Questo meccanismo viene regolato dopo un uso continuo del dispositivo, in cui i giorni non fertili durante la fase pre-ovulatoria vengono calcolati imparando dai dati precedentemente inseriti e dalla temperatura corporea basale giornaliera.

Dopo questo periodo di apprendimento, quando il Fertility Tracker raccoglie i tuoi dati personali, inizierà a individuare la tua ovulazione e la tua finestra fertile personale cinque giorni prima della tua prima ovulazione prevista. Questo viene calcolato utilizzando i nuovi dati che hai fornito (temperatura corporea basale, data di inizio e fine del ciclo mestruale, dati storici del ciclo) confrontati con l’analisi statistica del database dei dati del ciclo mestruale. L’algoritmo accerta il primo giorno del tuo ciclo in cui è probabile che tu possa ovulare. La fase fertile continuerà poi fino alla conferma dell’ovulazione.

Non appena si presume che l’ovulazione sia avvenuta e si identifica la fine del periodo fertile, tramite uno spostamento statistico della temperatura, l’algoritmo inizia ad assegnare gli stati post-ovulatori e infertili ai giorni precedenti. Ogni giorno, le analisi statistiche sono utilizzate per rivalutare se sei ancora nella fase luteale ad alta temperatura. Il dispositivo aspetta fino a quando comincia la mestruazione, segnalando un nuovo ciclo, o una fase prolungata di alta temperatura che potrebbe indicare un concepimento riuscito (figura 2 B).

  A)

B)

Il metodo della sola temperatura

Il metodo della sola temperatura si concentra sulla fase dopo l’ovulazione. La fase pre-ovulatoria, spesso molto più lunga, è considerata potenzialmente fertile. Il metodo presuppone che i giorni infertili cadano esclusivamente dopo l’ovulazione. Con il metodo della sola temperatura e un ciclo relativamente regolare, si può assumere che circa il 20-30% dei giorni siano sterili (comprese le mestruazioni). Con il metodo del Fertility Tracker, nelle donne con un ciclo regolare la distribuzione dei giorni fertili e infertili è circa del 50%.

Il metodo del calendario

Il calcolo della finestra fertile con il metodo del calendario si basa sulla lunghezza media dei cicli precedenti. Si assume che la fase post-ovulatoria, ossia la seconda metà del ciclo dopo l’ovulazione, sia sempre di 14 giorni (1). La finestra fertile si apre quattro giorni prima e si chiude tre giorni dopo il momento previsto. Le informazioni del ciclo in corso (cioè la misurazione giornaliera della TCB) non vengono prese in considerazione in questo tipo di calcolo. Poiché l’ovulazione, e quindi la finestra fertile individuale, possono fluttuare in media di 5 giorni all’anno, questo metodo non è affatto accurato (2). 

Il metodo Calcolotermico

Il classico Metodo Calcolotermico, combina la Temperatura Corporea Basale con il calcolo del calendario di Ogino. Il ciclo più breve meno 18 per identificare l’inizio del periodo fertile e la temperatura per stabilire la sua fine (3).

Basato sui risultati del lavoro scientifico sulla pianificazione familiare naturale (PFN), Valley Electronics ha sviluppato un Metodo unico che permette una procedura di valutazione attraverso calcoli statistici e matematici.

Mentre il Metodo Calcolotermico classico si basa su un costrutto rigido, il Metodo del Fertility Tracker si avvale della possibilità di estendere individualmente i giorni infertili dopo le mestruazioni sulla base di cicli già misurati. In poche parole, il Metodo Calcolotermico cerca di prevedere la finestra fertile, mentre il Metodo Fertility Tracker (a causa della mancanza di dati sufficienti) assume che nei primi cicli tutti i giorni dopo le mestruazioni possano essere fertili.

In ogni ciclo, questi giorni infertili dopo le mestruazioni sono adattati alla realtà individuale dell’utente – il Fertility Tracker Method sta imparando attivamente. 

Non appena si presume che l’ovulazione sia avvenuta, sulla base della TCB misurata, il metodo del Fertility Tracker inizia ad assegnare lo stato matematico post-ovulatorio e infertile ai giorni. Ogni nuovo giorno, questo test matematico viene (ri)valutato per decidere se sei ancora nella fase luteale infertile.

Daysy 2.0 - il tuo monitor di fertilià personale
299.00 EUR

incluse IVA e Spedizione - Prodotto disponibile - Tempi di consegna: 2-3 giorni*

Daysy calcola la tua finestra fertile: il tuo stato di fertilità verrà visualizzato o in rosso (che significa che sei ...

1) Colombo, B. and Scarpa, B. Calendar methods of fertility regulation: A rule of thumb. Statistica , 56(1):3–14, 1996

2) Johnson, S., Marriott, L. & Zinaman, M. Can apps and calendar methods predict ovulation with accuracy? Curr. Med. Res. Opin. 34, 1587–1594 (2018)

3) Holt, J. G. H. Marriage and Periodic Abstinence , 2nd Edition (1st Edition 1937). Longmans, London, 1960